dove siamo

commenti dei visitatori

la nostra storia

museum in tour

artisti

recensioni

laboratori

immagini del Museo

per visitare

il negozio online

links

la carta dei servizi Museali

registro inventariale on line

 
dal 18 agosto 2015 il Museo è dedicato alla memoria di Khaled Asaad
attenzione: da fine ottobre 2016 il museo è chiuso a causa del terremoto
per mostre, proposte di nuova sede o laboratori scrivere a info@modernautomatamuseum.com
 
Gli automata in mostra sono piccole sculture meccaniche, realizzate in carta, legno e metallo, messe in movimento dai visitatori.
Gli automata moderni possono essere paragonati agli Aikù Giapponesi, che vengono definiti come "una piccola visione del mondo in tre brevi versi". Gli automata moderni possono essere definiti "una piccola visione del mondo in un giro di manovella".
Il Museo organizza visite guidate, corsi per la costruzione di automata indirizzati a ragazzi ed adulti e tenuti dagli artisti stessi, e produce materiali didattici, video e libri.
Il Museo fa parte dell'O.M.R. (l'organizzazione Museale Regionale) della Regione Lazio ed è indicato come uno dei "luoghi della cultura" italiani dal Ministero dei beni e delle attività culturali Italiano.
La leggera ironia degli automata, unita alle invenzioni meccaniche che ne consentono il movimento, suscitano nei visitatori del Museo un interesse artistico ed uno stimolo alla conoscenza della meccanica che spesso li porta al desiderio di cimentarsi con la costruzione di un proprio automata.
Nel 2010 e nel 2012 il Museo ha avuto il riconoscimento dalla Regione Lazio per la "buona gestione" e per le "buone pratiche".
 
Il Museo permanente
Il Museo, fondato nel 2001, è parte della struttura del Castelletto di Vezzano, IX secolo d. C., sito nel Comune di Montopoli di Sabina, nell'alto Lazio. Il Museo raccoglie circa 200 automata, realizzati da artisti Giapponesi, Statunitensi, Tedeschi, Inglesi, Francesi, Canadesi, Sudamericani ed Italiani. Un centinaio di opere sono esposte in permanenza nella sede Museale, mentre l'altra metà della collezione è raccolta nelle mostre itineranti Circus, Il segreto del movimento e Contro l'idea della guerra.
Il Museo permanente Modern Automata Museum: automata di Paul Spooner, Peter Markey, Malcolm Brook, Walter Ruffler, Luca De Pascalis, Neil Hardy, Keisuke Saka, Eric Williamson, Rennie Orsi, Keith Newstead, Marc Horowitz, Rob Ives, Susie Stolpe, C.M.T., Carlos Zapata, Guido Accascina, Marina Gigli.
 
Le mostre itineranti
Il Museo ha prodotto tre mostre itineranti: "Circus", "Il segreto del movimento" e "Contro l'idea della guerra". Le mostre sono state ospiti presso altri Musei ed istituzioni pubbliche: il
Festival della Letteratura di Mantova, il Palazzo Pubblico di Siena, il Museo delle Marionette di Palermo, il Museo dei Bambini Explora di Roma, il Museo Archeologico di Magliano Sabina, la Sala Santa Rita del Comune di Roma, il Palafiemme di Cavalese, lo Schloss Neuenburg di Friburgo, il Domkloster di Colonia, Kapitel 8 a Brema.
Le mostre itineranti:
Circus
  Circus: automata di Malcolm Brook, Alessandra Celletti, Marina Gigli, Girovago e Rondella Family Theatre, Sonia Fabbrocino, Neil Hardy,
Keith Newstead, Paul Spooner,
Peter Lennertz.
Le mostre itineranti:
Il segreto del movimento
Il segreto del movimento: automata di Neil Hardy,
Keith Newstead, Paul Spooner,
Peter Markey, Luca De Pascalis, Rob Ives, Walter Ruffler.
Le mostre itineranti:
Contro l'idea della guerra
Contro l'idea della guerra: automata di Keith Newstead, Paul Spooner, Peter Markey, Keisuke Saka, Aquio Nishida, Luca De Pascalis, Marina Gigli, Girovago e Rondella, Handy Hazell, Malcolm Brook, Walter Ruffler, Ivan Fodaro, Brian Gravenstock e Guido Accascina.
 
I progetti didattici
Dal 2010 ad oggi il Museo ha organizzato corsi per la costruzione di automata presso scuole, biblioteche, musei, spazi culturali e ludoteche dei reparti pediatrici di ospedali. L'idea è che, costruendo uno o più automata sulla base di una filastrocca o di una storia, i ragazzi acquiscono competenze letterarie, artistiche e meccaniche. Tra il 2011 e il 2013 il Museo ha lavorato, con altri partner, al progetto europeo Clohe, per l'inserimento degli automata nelle scuole primarie e secondarie europee.
I progetti didattici:





Automata nelle classi
è anche un libro.
Scaricalo gratuitamente
cliccando qui.
Automata nelle scuole europee Automata nelle scuole Automata in biblioteca
  Automata in ospedale Automata nei musei Automata in altre istituzioni
 
Video
Il segreto del movimento al M.I.M.A. Il Museo a Geo e Geo Il Museo a Sereno Variabile Il Museo a Cominciamo bene
     
Il segreto del movimento al Festival della letteratura di Mantova Circus alla sala Santa Rita dell'assessorato alla Cultura del Comune di Roma